ULASSAI. Nel tardo pomeriggio di domenica 15 maggio, mentre era in suo terreno nelle campagne a pochi chilometri da Ulassai ha visto due persone che cercavano di rubargli il fuoristrada Mitsubishi Pajero e ha sparato un colpo di fucile caricato a pallettoni calibro 12, colpendone uno all’altezza della caviglia. Giovanni Serra, 62 anni, allevatore locale, è stato arrestato dai carabinieri della stazione, in flagranza di reato, con l’accusa di tentato omicidio.

Il fatto è accaduto in un terreno di proprietà dell’allevatore, in località Taccurrulu, a poca distanza dal confine con il territorio comunale di Jerzu. Poco dopo, Enrico Piras, operaio di 32 anni di Jerzu, si è presentato all’ospedale Nostra Signora della Mercede di Lanusei con una ferita d’arma da fuoco all’altezza del calcagno destro. È stato ricoverato, ma non corre pericolo di vita. L’operaio jerzese che avrebbe detto ai carabinieri, di essere stato nella zona solo per vedere un terreno, è stato indagato per furto aggravato. I fatti si sono verificati nel tardo pomeriggio di domenica. Allertati da una segnalazione telefonica arrivata al 112 che denunciava il furto di un’autovettura in atto, i militari della stazione ulassese, insieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile e dalla squadriglia della compagnia di Jerzu, comandata dal capitano Alessandro D’Auria, hanno raggiunto la località di campagna, denominata “Taccurrulu”.

Giunti sul posto hanno sorpreso l’allevatore 62enne, successivamente tratto in arresto, all’interno del terreno di sua proprietà con un fucile da caccia regolarmente denunciato.Solo allora hanno potuto accertare che poco prima, c’era stato il tentativo di furto dell’auto dell’allevatore, il fuoristrada Mitsubishi Pajero, e che Serra, avendo sorpreso i due individui mentre si allontanavano dal suo podere, aveva esploso un colpo di fucile, arma che deteneva regolarmente. Le attività di sopralluogo hanno quindi permesso di recuperare nel terreno un bossolo di cartuccia calibro 12, compatibile con l’arma di Serra.

All’interno della vettura oggetto del tentato furto, e abbandonata dai due ladri prima di fuggire, gli inquirenti hanno recuperato gli effetti personali di uno dei due indagati. Il fucile da caccia, il bossolo e il fuoristrada di Serra, recuperato poco lontano dall’azienda agricola, sono stati subito sottoposti a sequestro. Quasi in contemporanea, all’ospedale di Lanusei si presentava l’operaio di Jerzu con una ferita d’arma da fuoco al calcagno destro. Il giovane è stato poi denunciato per furto aggravato, in quanto all’interno del fuoristrada dell’imprenditore di Ulassai, sono stati trovati i suoi documenti. Le indagini vanno avanti.©RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte notizia: La Nuova Sardegna > Homepage

URL originale: Read More