LANUSEI. Un giovane di Girasole è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, nell’ambito di una articolata inchiesta condotta dal personale dei commissariati di polizia di Lanusei e Tortolì, dal Nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale dell’Ispettorato Forestale di Lanusei, e coordinata dal procuratore capo della Repubblica di Lanusei Biagio Mazzeo. Nei giorni scorsi sono state compiute numerose perquisizioni ad Arzana, Ilbono e Girasole, per contrastare il fenomeno del traffico di armi clandestine. Le perquisizioni hanno seguito lo stesso filone investigativo che nei mesi scorsi ha portato all’arresto in flagranza di due giovani di Girasole, sorpresi in possesso di sostanza stupefacente e di una pistola scacciacani marca Bruni modello 65 calibro 8 modificata. Nei mesi successivi l’attività investigativa si è conclusa, con l’applicazione di due misure cautelari dell’obbligo di dimora nel loro comune di residenza, emessa dal Tribunale di Lanusei, per due giovani residenti ad Arzana e Girasole. Uno dei due è ritenuto “l’armiere”, è accusato anche della modifica e della detenzione della pistola scacciacani. Secondo gli inquirenti, lo stesso “armiere” sarebbe stato in possesso di altre armi da modificare.

Fonte notizia: La Nuova Sardegna > Homepage

URL originale: Read More